Art.09 – Ritiro

In caso di ritiro, per ragioni di sicurezza e per evitare di mettere inutilmente in azione il sistema di sicurezza, il concorrente DEVE OBBLIGATORIAMENTE avvertire senza ritardo il responsabile del posto di controllo più vicino oppure la “scopa” che chiude la corsa, e consegnargli il suo pettorale, oppure avvertire la direzione della corsa chiamando il numero che si trova sul pettorale. In caso contrario l’organizzazione declina ogni responsabilità.
Il concorrente che non rispettasse queste regole sarà ritenuto responsabile delle conseguenze che ne deriverebbero ivi compreso il rimborso di tutte le spese per le ricerche.
Il concorrente che ha abbandonato non puo’ più continuare la corsa. Se lo fa’, cio’ sarà interamente a suo rischio e pericolo. Egli dovrà raggiungere con i propri mezzi il più vicino punto di raccolta e trasporto dei ritirati.
In caso di abbandono nei primi 45 Km, il recupero dei corridori sarà possibile al “Rifugio Don Barbera” e unicamente su decisione dei medici della corsa. Il trasporto su Mentone sarà possibile a Breil sur Roya (80 Km) dopo il passaggio dell’ultimo concorrente e della “scopa”. La stessa cosa sarà possibile a Sospel (98 Km).

.

Art.10 – Road Book e GPS

Il Road Book (nella sua edizione più aggiornata) sarà disponibile sul sito web del Raid. I concorrenti sono invitati a scaricarselo ed a stamparselo. In esso vi saranno delle informazioni pratiche come gli orari di chiusura dei posti di controllo e di rifornimento, e una dettagliata descrizione del percorso . Il Road Book subirà degli aggiornamenti, che saranno pubblicati sul sito. Il Road Book, nella sua ultima edizione, fà parte del materiale obbligatorio (Art 16).
Nessuna copia del Road Book sarà consegnata con i pettorali ai concorrenti. Essi dovranno obbligatoriamente scaricarselo dal sito e stamparselo.
La traccia GPX sarà disponibile sul sito.

Art.11 – Sicurezza ed Assistenza medica

La responsabilità della sicurezza dei trailers non è solamente degli Organizzatori, ma anche dello stesso concorrente.
Egli DEVE percio’ rispettare il Regolamento e seguirne le consegne, particolarmente quelle da seguire in caso di ritiro e per la punzonatura ai posti di controllo.
A questo proposito un ritiro non segnalato tempestivamente, una punzonatura saltata, fanno scattare automaticamente ed inutilmente le ricerche. In questo caso il concorrente sara ritenuto responsabile delle consegnuenze che ne deriverebbero ivi compreso il rimborso di tutte le spese per le ricerche.
La sicurezza e l’assistenza medica saranno assicurate da una rete di postazioni fisse e mobili composte da personale medico, infermieri, controllori, segnalatori, etc e da veicoli medicalizzati. I posti di soccorso sono organizzati per portare assistenza a tutte le persone in pericolo con i mezzi propri dell’organizzazione o tramite organismi convenzionati. I medici ufficiali sono abilitati a sospendere (invalidandone il pettorale) i concorrenti giudicati inadatti a continuare la gara. I soccorritori sono autorizzati ad evacuare con tutti i mezzi di loro convenienza i corridori giudicati in pericolo.
In caso di necessità, per delle ragioni che siano nell’interesse della persona soccorsa, si farà appello alle organizzazioni pubbliche specializzate, francesi o italiane, che subentreranno nella direzione delle operazioni e metteranno in opera tutti i mezzi appropriati, compreso l’elicottero. La persona soccorsa dovrà provvedere al suo rientro dal luogo dove sarà stata evacuata, in Francia od in Italia. Da qui l’importanza di avere una polizza infortuni personale.
Si sottolinea che il percorso, soprattutto nel parco del Marguareis  ha pochi accessi stradali e che in caso di difficoltà e di cattiva meteo può succedere che il concorrente in difficoltà non possa esser raggiunto dai soccorritori che a piedi e per dei sentieri di montagna.
Sui pettorali saranno stampati dei numeri di telefono da contattare in caso di necessità. (Attenzione: non tutto il percorso è coperto da reti telefoniche)
Il concorrente che fa appello ad un medico od a un soccorritore si sottomette di fatto alla sua autorità e si impegna a rispettarne le decisioni.
A complemento dei dispositivi di soccorso, del personale medico sarà presente in certi punti per assistere i concorrenti in caso di problemi fisici gravi.
Una persona (il “Balai”, la “Scopa”) assicurerà la chiusura della gara e seguirà l’ultimo concorrente. Egli, le vetture della direzione di corsa, i posti di controllo, gli addetti alla sicurezza saranno muniti di radio ed in contatto permanente con le squadre di soccorso e con il Posto di Coordinamento Centrale (PC) all’arrivo.
L’obbiettivo dell’organizzazione della sicurezza sarà quello di permettere a tutti di arrivare al traguardo senza problemi. Tuttavia ogni concorrente dovrà assumersi personalmente la responsabilità di partecipare a questa gara di montagna, che puo’ diventare estrema, in ottime condizioni psico-fisiche di preparazione prevedendo di affrontare possibili situazioni di maltempo, caldo, freddo, errori di percorso, oscurità, crisi psico-fisiche.

Art.12 – Assicurazione

L’organizzazione sottoscriverà un’assicurazione responsabilità civile, mentre sarà a cura del concorrente stipulare una propria assicurazione infortuni individuale per la durata della prova. La partecipazione alla prova avviene comunque sotto l’intera responsabilità dei concorrenti, che con la loro iscrizione rinunciano ad ogni ricorso contro gli organizzatori in caso di danni e di conseguenze ulteriori che possano derivare loro in seguito alla gara.

Art.13 – Bevande e alimenti

Il criterio alla base di questa prova e’ la semi-autosufficienza alimentare.

Tuttavia tutti i posti di rifornimento sono forniti di bevande e alcuni di essi anche di alimenti tipo maratona; piatti caldi saranno forniti solo in alcuni ristori.

All’Arrivo a Mentone sarà a disposizione di tutti i concorrenti un pasto con la presentazione del loro pettorale.

Art.14 – Sacchi dei concorrenti

Sarà possibile ai concorrenti del:

– TRAIL du CRO :
1. Depositare a Limone un primo sacco destinato ad essere recuperato all’arrivo
2. Depositare un secondo sacco a Limone contenente degli indumenti di ricambio, destinato a essere depositato a metà percorso, al rifornimento di Breil. Dopo l’utilizzazione a Breil questi sacchi saranno caricati su un altro camion che li trasporterà all’arrivo.

– TRAIL del MARGUAREIS
Depositare a Limone un sacco destinato ad essere recuperato all’arrivo a Breil

– TRAIL della RIVIERA FRANCESE
Depositare a Breil un sacco destinato ad essere recuperato all’arrivo

Il volume di questi sacchi dovrà esser il più ridotto possibile e comunque inferiore ai 30 litri. I bastoni non sono trasportabili in questi sacchi.

Per effettuare questa operazione dei camions saranno messi a disposizione sull’area di partenza a Limone ed a Breil
I tempi di trasporto sono in funzione delle possibili difficoltà logistiche e l’organizzazione non può garantire la consegna prima dell’arrivo del concorrente. Tuttavia tutto sarà messo in atto affinché i sacchi arrivino in tempo.
Non sarà accettata nessuna contestazione sul contenuto dei sacchi. Si raccomanda perciò di non inserirvi oggetti di valore.

Art.15 – Assistenza personale

I concorrenti potranno organizzarsi un’assistenza personale solamente ai posti di rifornimento (vedasi Road Book). Cio’ esclude qualunque assistenza in linea, di tipo lepre, accompagnatori, portatori d’acqua.

Art.16 – Equipaggiamento obbligatorio

-Un sacco o qualunque altro mezzo che permetta di trasportare il seguente materiale obbligatorio:
-Una torcia frontale e pile di ricambio oppure due torcie cariche
-Una piccola torcia tascabile
-Un fischietto
-Una coperta di sopravvivenza
-Una riserva d’acqua di almeno 1,5 litri (alla partenza dai posti di rifornimento)

-Tazza, bicchiere o borraccia (nessun bicchiere ai ristori)
-Il Road Book (ultima edizione, scaricato dal sito del Raid)
-Una giacca impermeabile con cappuccio in gtx o simile, adatta a condizioni di alta montagna e maglia termica a maniche lunghe di peso min. 150 g
-1 paio di pantaloni o collant (al di sotto del ginocchio) – (facoltativo per il Trail della Riviera Francese)
-1 paio di guanti
-Bracciale o nastro riflettente sempre ben visibile
-Cappellino o bandana
-4 spille di sicurezza per il pettorale
-Una benda di contenimento, elastica o adesiva
-Una riserva alimentare
-Un documento di identità :
-Un telefono cellulare con opzione che gli consenta di operare in Francia ed Italia. Inserirvi nel repertorio i numeri dei telefoni della sicurezza, forniti dall’organizzazione. Con batterie cariche. Non mascherare il proprio numero.
-Lista dei telefoni per urgenze

Fortemente consigliati (lista non esaustiva)
-GPS
-Torcia lampeggiante rossa (per i soccorsi notturni)
-coltello, spago

Art.17 – Penalità

Un’ora in caso di:
-Pettorale non appuntato regolarmente, che non permetta la lettura.
-Assistenza non autorizzata (portatore d’acqua, lepre)
-Se un concorrente taglia il percorso tra due posti di controllo, sarà penalizzato con l’attribuzione per questo tratto del massimo tempo registrato dagli ultimi concorrenti.

Art.18 – Motivi di squalifica

-Assenza, alla partenza, dell’equipaggiamento obbligatorio.
-Assenza di uno degli oggetti d’equipaggiamento obbligatori, in occasione di controllo durante la gara.
-Punzonatura non effettuata oppure arrivo ad un posto di controllo dopo la barriera oraria
-Utilizzo di un mezzo di trasporto.
-Inquinamento e/o degrado dei luoghi da parte del concorrente o dei loro assistenti.
-Mancata assistenza ad un concorrente in pericolo.
-Doping o rifiuto di sottomettersi al controllo anti-doping.
-Insulti o minacce a membri dell’organizzazione.
-Rifiuto di farsi visitare dai medici in qualunque momento della prova.
-Stato fisico o psichico giudicato inadatto al proseguimento della prova.
-Comportamento pericoloso.

1 2 3